giovedì 24 gennaio 2013

Cosa spegne un amore?

L'altro giorno parlavo con una mia amica. Lei mi ha riassunto la cause della fine della sua storia d'amore quasi decennale. Per farla breve e senza entrare troppo nei particolari, lei lo ha lasciato, decisione presa con non poche difficoltà, perché l'amore almeno da parte sua si era spento.
E cosa spegne un amore?
Lei, come molte altre persone affermano, dice di essersi trovata da un giorno all'altro con una persona affianco totalmente diversa da quella di cui si era innamorata, come se l'avessero rapito e sostituito con un suo gemello, identico fisicamente, ma non caratterialmente.
Un uomo che prima la coccolava, ci teneva a farla sentire importante, anche solo con piccoli gesti quotidiani è passato poi ad essere scostante e a darla troppo per scontata.
Poi mi ha raccontato che il suo ex dopo qualche tempo si è fidanzato con un'altra e con lei è tornato ad essere quello di una volta, ovvero romantico e pieno di attenzioni.
Io quando sento queste storie ho un mio pensiero che ho espresso anche a lei, pensiero che spesso mi è capitato di esporre quando capitava un discorso simile con gli amici.
E ora lo espongo anche a voi, e riguarda appunto questo atteggiamento che, non so a voi, ma a me mette una tristezza infinita.
Perché un uomo (ma anche una donna) all'inizio della relazione, nei primi anni si deve mostrare pieno di attenzioni e poi con il passare del tempo tende a dare la propria compagna, o moglie per scontata?
Poi spesso, almeno in base alle storie che si sentono in giro, capita che i due si lascino, e con il tempo trovino altre persone con cui stare insieme.
Dunque lui (o lei) si mette con un'altra e torna con quest'altra a essere romantico e pieno d'attenzioni.
Allora mi chiedo, se quest'uomo (o questa donna), era capace di essere romantico perché non lo faceva con la sua compagna di tanti anni? Perché dare per scontata una relazione decennale e poi ritornare romantici con una quasi sconosciuta?
Le attenzioni non le meritava molto di più chi ti è stato accanto per anni e anni?
Perché ci si fa in quattro per conquistare una persona e poi quando è "nostra" ci si dimentica di averla fortemente voluta? 
I matrimoni, le relazioni finiscono per i più svariati motivi, questo è vero, ma spesso finiscono perché non ci si impegna abbastanza per farli durare.
La verità è che anche dopo anni si dovrebbe cercare di considerare l'altro sempre come se fossero i primi giorni.
Io in questo posso considerarmi molto fortunata, sto assieme al mio ragazzo da sette anni, sette anni che non pesano per niente, anzi, il tempo ci ha legati sempre di più.
Se non fosse per il fatto che sono consapevole di averlo conosciuto quando avevo 19 anni, e di averne adesso 27 (cosa che effettivamente scordo spesso e volentieri) potrei dire di sentire come se stessi con lui solo da un paio di anni, per come mi sento ancora adesso quando sto con lui.
Non penso di essere l'unica, e non vorrei  nemmeno pensarlo, sarebbe davvero troppo triste, penso invece che ci sono persone che si innamorano e si amano per la vita, e chi invece si innamora dell'idea dell'amore, dell'emozione che dà la novità e soffre di contro l'abitudine.
C'è chi non capisce quanto possa essere prezioso crescere e invecchiare con la persona che si ama.




E concludo questo post con una citazione tratta dal libro di Massimo Bisotti, "La luna blu"
Una frase che dice tutto, in cui ho riconosciuto quello che provo.
"Ti ho amato dal primo sguardo senza tradirlo mai, neppure da lontano, nemmeno in altri occhi. Perché il mio sguardo è tuo e tu non sei mai così bella come quando guardi me."








12 commenti:

  1. Eh già, questi racconti fanno sempre un po'paura, ma per fortuna non riguardano noi! A me piace tanto l'idea di crescere e cambiare insieme. Ma è anche vero che il crescere implica avere sempre più responsabilità e quindi meno tempo e più stress, il che non aiuta il romanticismo. Secondo me quando si iniziano ad avere un lavoro e dei figli è sempre più difficile, ma bisogna dire che a volte basta un piccolo gesto. La gente per pigrizia a volte perde tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su quello non c'è dubbio, gli impegni, il lavoro, lo stress, la stanchezza, i problemi, sono tutte cose che "distraggono".
      Riempiono i mostri pensieri e ci fanno trascurare il resto.

      Elimina
  2. hai ragione... io sto con lui da un paio d'anni ma ho sempre paura che finisca perchè ci diamo per scontati o cose così... so che è stupido, ma so che succede...
    poi d'altra parte, se non si sta bene forse è inutile continuare a stare insieme quando siamo "giovani" e possiamo andare avanti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serve impegno, e se ne vale la pena lo sappiamo, sono cose che si sentono.

      Elimina
  3. Bellissima la citazione ♥
    Sono d'accordo con te, ci vuole moltissimo impegno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è piaciuta tanto anche a me ^_^

      Elimina
  4. Non ha inserito il mio commento stamane quando ho letto il post. Bhè... tu sai come la penso su determinate cose. Di certo l'argomento e vasto, molto vasto e ci sono un'infinità di variabili che influiscono su una relazione ma, restando alla riflessione che esterni nel tuo scritto, è proprio vero che si sta perdendo la voglia di restare uniti. Credo sia, ancora un'altra volta, uno dei regali del nostro tempo così povero di valori da impedirci di discernere in cosa i veri legami si estrinsecano. bacino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, certo i motivi possono essere tantissimi, la mia intenzione era quella di soffermarmi soprattutto su un punto, ovvero perché si smette di prestare attenzione all'altro, di essere diciamo romantici? Anche se non è questo il termine giusto.
      Quando poi, nel momento in cui si ricomincia una relazione con un'altra persona lo si è nuovamente?
      Quindi, se la capacità di essere compagni, amanti, amici, e di ascoltare l'altro sia nelle cose dette apertamente che nelle cose taciute, si ha ancora, perché l'altra relazione, quella precedente, l'abbiamo lasciata morire?

      Elimina
  5. Ciao, è la prima volta che entro nel tuo blog :) Ho letto tutto il post e condivido tutto quello che hai scritto. Io sto con il mio ragazzo relativamente da poco (due anni quasi) ma progettiamo grandi cose insieme, perché ci amiamo e ci rispettiamo tanto. Dare per scontato la presenza di uno dei due partner è una cosa che anche io detesto anche perchè l'amore secondo me ha costantemente bisogno di essere rinnovato,altrimenti si finisce davvero col dare per scontata la presenza dell'altro/a e inevitabilmente muoiono l'entusiasmo e la passione di una relazione sana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovviamente concordo su tutto ^__^
      Grazie per il commento!

      Elimina
  6. Bel post!
    Purtroppo ci sono così tante variabili che non è sempre facile capire il vero motivo per cui un rapporto finisce... ma è anche vero che ci sono persone che amano in modo molto superficiale e al primo problema o al primo momento di stallo mollano tutto.
    Poi, come abbiamo sottolineato tutti, un rapporto -che sia amore o amicizia- va coltivato, altrimenti muore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto, la superficialità nei rapporti, in tutti i tipi di rapporti è il dramma di questi tempi

      Elimina

♥ Dimmi la tua ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...